06.11.2018

Un colpo di grazia al lavoro a termine e, soprattutto, ai contratti di somministrazione. La circolare del ministero del Lavoro (31 ottobre, n. 17), figlia della Legge Dignità, conferma le previsioni e getta un macigno nei rapporti tra imprese, lavoratori e intermediari del lavoro, pubblici e privati. Non sono tanto le norme e i loro disinvolti contorsionismi a preoccupare, quanto il clima delle relazioni che comportano e il rischio che, per paura del contenzioso, le imprese schiaccino il pedale del freno o addirittura si astengano. 


06.11.2018

Su circa 370mila contratti di lavoro stipulati in ottobre (31mila in più rispetto a un anno fa) il 29% presenta difficoltà di reperimento (era il 25% a ottobre 2017). L’ultimo rapporto Excelsior Unioncamere-Anpal fotografa la difficoltà delle imprese di far fronte rapidamente ai loro fabbisogni. Sensibili anche le differenze territoriali: si passa da un massimo intorno al 42% di difficoltà riferite alle province di Pordenone, Lecco, Ferrara e Bologna a valori decisamente più contenuti (intorno al 15%) a Brindisi, Benevento, Taranto e Ragusa.